19 marzo 1902
Leone XIII
Leone XIII 
Lettera enciclica «Annum ingressi»
  • Testo
  • Note
Fonte: Acta Leonis XIII, 22 (1902), 52 ss.
 
IT
 
LT

Itaque in dies magis illud patescit, impulsu praesertim operaque Massonum, sicut iamdiu solitum graviter catholicum exerceri nomen, sic recens ipsius oppugnationem recruduisse [...]: ubique ad ipsum excitandum instrumenta, videlicet ephemeridum protervitas, turbae concionum, scenicorum petulantia ludorum [...]: talia profecto similitudinem mentium indicant, unumque ducem [...]

[...] Nam exculti doctrinis aut litteris homines possunt vulgandis in Ecclesiae defensionem scriptis, praesertim quotidianis; quod instrumentum perquam efficax in utramque partem, usitatissimum adversariis est.

Ora si fa sempre più manifesto che alle suggestioni ed alla complicità di questa setta [dei massoni] vanno attribuite in gran parte le continue vessazioni contro la Chiesa, come pure la recrudescenza dei recenti attacchi [...]: il genere identico di essi fatto con la stampa giornaliera, con pubbliche adunanze e produzioni teatrali [...], mostra l'identità dei propositi e la parola d'ordine di uno stesso centro direttivo.

[...] Lo possono i dotti ed i letterati, con la stampa, specialmente quotidiana, in difesa della Chiesa: strumento potentissimo, sia in bene come in male, di cui tanto abusano i nostri avversari [...]